Questa pagina è disponibile anche in: English English, Srpski Srpski, Ελληνικά Ελληνικά, Español Español, български български, Magyar Magyar, Lietuviškai Lietuviškai

La settimana 9 della tua gravidanza potrebbe non sembrare molto diversa dalla settimana 8. Il tuo bambino è, tuttavia, quasi completamente sviluppato, anche se in miniatura, ed è pronto a continuare la sua crescita.

Ti capita di chiederti di colore saranno gli occhi del tuo bambino? Il colore dei suoi piccoli occhi sta già iniziando a comparire e ora ha persino le palpebre. Le papille gustative si stanno formando sulla sua lingua. A nove settimane, il tuo bambino è cresciuto fino a circa 22 mm di lunghezza dalla testa ai piedi.

 Durante questa settimana, gli organi riproduttivi stanno cominciando a formarsi, insieme con altri organi chiave, quali il pancreas e la cistifellea. Le dimensioni del bambino sono raddoppiate e la sua testa, che è circa metà della lunghezza di tutto il suo corpo, è reclinata verso il suo petto.

Le ossa e le cartilagini stanno iniziando a formarsi, insieme alle dita di mani e piedi, e anche le braccia e le gambe stanno crescendo. Gli intestini stanno iniziando a spostarsi dal cordone ombelicale verso lo stomaco, perché il corpo sta crescendo e c’è più spazio. Il tuo bambino inizia a muoversi nel grembo materno, ma ci vorranno alcune settimane affinché tu possa percepire questi movimenti.

Il primo trimestre può essere difficile. Nausea, stanchezza, ansia, sono tutte sensazioni che potresti provare a tenere nascoste, sentendoti tuttavia maggiormente a disagio. Abbi pazienza, Non sarà così per sempre.

Man mano che il volume del sangue aumenta, legato a questo potresti avvertire dei sintomi quali vertigini e minzione frequente, gonfiori di mani e piedi o emorragia nasale. L’aumento del sangue avviene per ragioni precise: aiuterà a proteggere il tuo bambino quando ti alzi o ti stendi e protegge te stessa dalla perdita di sangue durante il travaglio e il parto.

Durante il primo trimestre di gravidanza potrebbe verificarsi del sanguinamento vaginale; questo non deve necessariamente allarmarti ma potrebbe anche essere un segno di gravidanza ectopica o di minaccia d’aborto; è quindi consigliabile, in caso di sanguinamento, contattare immediatamente il medico.

Cerca di rimanere in forma. Mangia cibi sani, cerca di dormire adeguatamente e fai esercizio fisico (previa approvazione del tuo medico). L’esercizio fisico può aiutare a ridurre lo stress e aiuta a prevenire i comuni disagi della gravidanza.

Continua a mangiare poco e in maniera regolare. Questo non è il momento più adatto per provare a perdere peso. Qualunque fosse il tuo peso prima di rimanere incinta, ora è comunque importante seguire una dieta equilibrata.

Sapevi che le albicocche secche contengono acido folico, potassio, calcio e magnesio? Rappresentano, quindi, una buona opzione per alzare le tue riserve di ferro ed evitare l’anemia durante la gravidanza. Possono, inoltre, dare una mano alla digestione pigra tipica della gravidanza.

Questa settimana è anche il momento più adatto per iniziare a pensare a cosa fare se il tuo medico ti suggerisse di effettuare un test genetico. Molte possono essere le domande che ci si pone. In primo luogo, ovviamente, se i vantaggi del test superano i suoi possibili rischi per la salute. Per decidere Potrebbe essere necessario un lungo colloquio con uno specialista e varie riflessioni personali.

I recenti progressi tecnologici hanno permesso lo sviluppo di nuovi test di screening che rendono le procedure mediche meno invasive e più accessibili.

Le nuove tecnologie di genetica molecolare, Infatti, hanno facilitato l’esecuzione di test prenatali non invasivi (NIPT) attraverso l’analisi del DNA fetale libero circolante (cffDNA) nel plasma materno.

Questi recenti sviluppi rappresentano un sostanziale miglioramento nell’ambito dello screening prenatale, rispetto a quelli tradizionali che utilizzano più marker e sono meno precisi rispetto a quest’ultimo.

Lo Screening Prenatale Non Invasivo basato sul DNA è stato introdotto in diversi Paesi già dal 2011. Esso necessita di un semplice prelievo di sangue materno per procedere all’analisi e alla ricerca dei frammenti di DNA fetale rilasciati nel sangue e mediante i quali è possibile rilevare anomalie genetiche quali ad esempio la sindrome di Down. Questo tipo di test è privo di rischi sia per la madre che per il bambino.

Tranquility è il nome del Test Prenatale, basato sull’analisi del DNA, di Genoma Swiss Biotechnology. Questo test è privo di rischi e consente la rilevazione precoce delle trisomie più comuni, inclusa la sindrome di Down.

In questo periodo tu e il tuo partner dovreste cominciare a considerare se optereste per la sospensione volontaria della gravidanza nel caso in cui scopriste che il vostro bambino è affetto da un’anomalia o da una grave patologia. E nel caso in cui decideste di continuare con la gravidanza, credi che potrebbe comunque essere utile avere queste informazioni in anticipo in modo da potersi preparare all’arrivo di un bambino che ha bisogno di attenzioni e cure particolari? L’auspicio è di non dover mai prendere una decisione che si basi sulla risposta a queste domande (il 90-95% delle gravidanze si conclude con un parto sicuro e un neonato in perfetta salute), potresti tuttavia ritenere che è meglio essere preparati ad una eventualità che essere colti alla sprovvista.